01/06/2016 – Fondo Selfiemployment: risorse aggiuntive per autoimpiego e autoimprenditorialità

Una nuova dotazione finanziaria di 13,6 milioni di euro va ad aggiungersi alle risorse già stanziate da Selfiemployment – Fondo rotativo nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e gestito da Invitalia – a sostegno di nuove iniziative di autoimpiego e autoimprenditorialità. L’incremento è stato possibile grazie ai conferimenti delle Regioni Lombardia, Campania, Friuli Venezia Giulia e Abruzzo e della riduzione del conferimento da parte della Regione Siciliana. Le risorse aggiuntive saranno destinate a finanziare i giovani Neet residenti nelle quattro nuove regioni conferenti. Non sono previste variazioni per le direttive di attuazione e per la modulistica di presentazione delle domande. Con una dotazione iniziale di 114,6 milioni di euro, il Fondo Selfiemployment, il cui sportello è attivo dal 1° marzo 2016, sostiene l’avvio di nuove piccole iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo promosse da giovani Neet (cioé non occupati e non impegnati in attività di studio o formazione professionale), attraverso la concessione di finanziamenti a tasso zero e non assistiti da alcuna forma di garanzia reale e/o di firma. La domanda può essere inviata esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. Le agevolazioni sono rivolte ai giovani fino a 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani. Possono essere finanziate le iniziative che prevedono spese, fino a un massimo di 50.000 euro, in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising. Invitalia valuta le domande, concede gli incentivi e verifica l’effettiva realizzazione dei progetti finanziati. Offre inoltre un servizio di tutoraggio per accrescere le competenze imprenditoriali dei giovani e favorire lo sviluppo dell’attività.