05/05/2014 – Al via il programma Garanzia Giovani: cos’è e come funziona

Il primo maggio ha preso il via Garanzia Giovani il programma europeo che favorisce l’avvicinamento dei giovani tra i 15 e i 29 anni al mercato del lavoro offrendo, entro un periodo di 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale, opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro. Le risorse finanziarie stanziate dall’Unione Europea per la Campania ammontano a circa 200 milioni di Euro, oltre a 100 milioni stanziati dalla Regione stessa d’intesa con il Ministero del Lavoro. La Garanzia consiste nell’offerta di servizi individualizzati accessibili tramite il sistema dei “servizi competenti” i quali avranno l’obiettivo di mettere a disposizione dei giovani, entro quattro mesi dall’adesione al progetto, l’inserimento o reinserimento in un percorso di istruzione e formazione o in una esperienza di lavoro. Saranno a tal fine finanziati ed incentivati l’inserimento diretto in un contratto di lavoro dipendente, l’avvio di un contratto di apprendistato o di una esperienza di tirocinio, l’impegno nel servizio civile, la formazione specifica e l’accompagnamento nell’avvio di una iniziativa imprenditoriale o di lavoro autonomo, percorsi di mobilità transnazionale e territoriale. I giovani accedono al programma su richiesta, dichiarando esplicitamente l’adesione e compilando a tal fine un apposito modulo online disponibile sul portale www.garanziagiovani.gov.it oppure www.cliclavoro.lavorocampania.it, fornendo le proprie informazioni anagrafiche e selezionando un servizio competente al quale far riferimento per la presa in carico e la definizione del piano di intervento personalizzato. In questa fase è possibile selezionare la Regione dove si preferisce usufruire di una delle opportunità previste. La Regione può essere anche diversa da quella in cui si ha il domicilio. In assenza della segnalazione del servizio competente scelto dal giovane le funzioni di accoglienza saranno attribuite al Centro per l’Impiego territorialmente competente. Per l’attuazione del programma è stata dunque messa in campo una rete di operatori pubblici e privati sul territorio. Questi i soggetti coinvolti: 46 Centri per l’Impiego, 47 Centri Regionali di Orientamento e Formazione, 350 sportelli Informagiovani, 350 Enti di formazione accreditati, Servizi di placement dei 7 atenei campani e delle scuole secondarie superiori, Sportelli Microcredito e i circa 100 Poli formativi della Campania. Proprio sui nuovi Poli la Regione ha investito nei termini di un’azione di sistema e con l’obiettivo di massimizzarne l’impiego e farne il modello tipo della fascia secondaria di istruzione e della formazione tecnica destinata ai più giovani. Si tratta di un modello integrato tra l’offerta per filiere produttive e si fonda sull’aggregazione tra scuole, imprese ed enti di formazione. I Poli – che in Campania sono 96 – costituiranno, pertanto, uno dei soggetti protagonisti della Garanzia Giovani in Campania, specie sugli obiettivi di reinserimento nei percorsi educativi e di contrasto alla dispersione scolastica.

Alfa Forma è stato individuato dalla Regione Campania (Decreto Dirigenziale n°3 del 6 novembre 2013) come soggetto capofila di un Polo Tecnico Professionale ICT “Innovare Apprendere Lavorare”. Il polo formativo ICT è nato con l’obiettivo di integrare il sistema formativo con quello economico e produttivo al fine di costruire sul territorio un sistema di istruzione e formazione coerente con i fabbisogni formativi espressi dalle imprese.