05/05/2014 – Autoimpiego e nuove imprese: ripartono i finanziamenti di Invitalia

Riaperti i termini per partecipare al bando di Invitalia rivolto a chi intende avviare un’attività di lavoro autonomo, una micro impresa o una azienda in francising in forma di ditta individuale o società di persone. Esso dà la possibilità di attingere a due tipi di incentivi: in favore dell’autoimprenditorialità e in favore dell’autoimpiego. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: maggiorenne alla data di presentazione della domanda; non occupato alla data di presentazione della domanda; residente nel territorio nazionale alla data del 1 gennaio 2000, oppure da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente in materia. La sede legale, operativa e amministrativa deve essere ubicata nelle regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Le iniziative agevolabili possono riguardare qualsiasi settore dalla produzione di beni, alla fornitura di servizi, fino al commercio. Non sono agevolabili le attività che si riferiscono a settori esclusi dal Cipe o da disposizioni comunitarie. Diverse le agevolazioni previste: per il lavoro autonomo (in forma di ditta individuale) gli investimenti previsti non sono superiori a 25.823 euro; per la microimpresa (in forma di società di persone) non superiori a 129.114 euro e per il franchising (in forma di ditta individuale o di società), da realizzare con Franchisor accreditati con l’Agenzia. Le agevolazioni finanziarie previste riguardano: gli investimenti (contributo a fondo perduto e mutuo agevolato), la gestione (contributo a fondo perduto) ed i servizi di assistenza tecnica e gestionale. Gli investimenti dovranno essere realizzati entro 6 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento; entro lo stesso termine dovrà essere presentata la richiesta del saldo per le relative spese, pena la revoca del finanziamento concesso. Eventuali proroghe potranno essere concesse solo in caso di gravi e documentati impedimenti. Per ulteriori informazioni sul bando e per presentare l’istanza on line, occorre consultare il sito internet di Invitalia. E’ importante ricordare che l’invio dei moduli telematici deve essere seguito, entro 5 giorni, dalla spedizione dei documenti cartacei mediante raccomandata A/R indirizzata a Invitalia.