05/05/2014 – Operatori sociosanitari, assunzioni in vista nelle Asl di Lecce e Teramo

Sembrano accendersi nuove speranza per la Sanità al Centro-Sud. La Giunta Regionale della Puglia ha dato il via libera alle prime assunzioni nella sanità, successive al piano di rientro. Si tratta dei primi 703 profili professionali su 2500 totali previsti nell’arco di un anno e mezzo: dai medici agli infermieri, dagli assistenti sociali agli psicologi, dagli educatori agli operatori socio-sanitari. Dei 703 posti per i quali è prevista l’immediata copertura, 29 vanno alla provincia di Lecce, 418 a Bari, la parte più consistente, 158 a Taranto, 60 a Brindisi e 26 a Foggia. A copertura dell’operazione la spesa complessiva è di 40 milioni di euro per assumere anche 11 direttori di dipartimento, 233 medici, 11 dirigenti sanitari, 419 infermieri e tecnici e 29 operatori socio-sanitari. Nelle prossime settimane saranno pubblicati i relativi bandi concorso. Ma questo è solo un primo passaggio: entro due mesi arriverà il via libera alla seconda fase del piano di assunzioni. Una fase quantificata in altri 800 posti di lavoro. Nei primi mesi del 2015 si procederà infine ad altre mille assunzioni, a patto che si riesca mantenere un livello di risparmio delle risorse nel 2014. Il 2014 porterà un gran numero di assunzioni (oltre 400) anche alla Asl di Teramo, tra medici, infermieri e operatori socio-sanitari. Sono previsti, tra gli altri, 103 posti di dirigenti medici, 83 per il personale infermieristico (infermieri, ostetriche ed altro) e 80 Oss. I relativi bandi saranno pubblicati entro l’estate. Operazioni che, oltre a consentire il miglioramento della qualità dei servizi offerti, consentiranno la creazione di occasioni di lavoro per tanti giovani qualificati nel settore sociale e socio-sanitario.