04/07/2016 – Superbonus occupazione: incentivi alle Pmi per assumere giovani

C’é tempo fino al 31 dicembre 2016 per i datori di lavoro che intendono accedere al cosiddetto “Superbonus Occupazione” che consentirà ad imprese e professionisti di usufruire di un incentivo fino a 12mila euro per l’assunzione di un lavoratore che abbia svolto, presso di loro o presso un altro ente, un tirocinio extracurriculare finanziato tramite il Programma Garanzia Giovani. Dopo i due decreti approvati dal Ministero del Lavoro nei mesi di febbraio e aprile 2016, l’Inps – Istituto Nazionale di Previdenza Sociale – attraverso la circolare numero 89 del 24 maggio scorso fornisce le istruzioni operative per usufruire delle agevolazioni. Il bonus è riconosciuto ai datori di lavoro che, a far data dal 1° marzo 2016 e fino al 31 dicembre 2016, assumono giovani “Neet” che svolgono o hanno svolto tirocini curriculari e/o extracurriculari avviati al 31 gennaio 2016. Con l’espressione “Neet” si fa riferimento a tutti i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non frequentano né scuole né università, che non lavorano e non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale. Ai datori di lavoro è riconosciuto un incentivo d’importo pari a 3.000, 6.000, 9.000 ovvero 12.000 euro a seconda che il giovane sia profilato nella classe bassa, media, alta o molto alta. Hanno accesso al bonus tutti i datori di lavoro privati a prescindere dalla circostanza che siano imprenditori, pertanto, rientrano nel novero dei soggetti beneficiari anche i professionisti. Il bonus è previsto per le assunzioni a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione o con riferimento ai contratti di apprendistato professionalizzante. Restano escluse le altre due tipologie di apprendistato. Ai fini del riconoscimento del beneficio, l’assunzione deve avvenire nei 60 giorni successivi alla data di conclusione del tirocinio e può essere effettuata anche da un soggetto differente rispetto a quello che ha ospitato il tirocinante. L’Inps precisa, inoltre, che l’incentivo sarà riconoscibile nei limiti delle risorse stanziate dal Governo nell’ambito del decreto, pari a 50 milioni di euro. Per poter accedere all’incentivo il datore di lavoro dovrà inviare all’Inps una domanda preliminare sul sito internet www.inps.it. Una volta ricevuta la domanda l’Istituto di previdenza provvederà ad effettuare le opportune verifiche e a controllare la residua disponibilità delle risorse stanziate dal Governo. L’istanza di prenotazione sarà valida per 30 giorni. Se entro tale scadenza l’Inps troverà i soldi per finanziare l’assunzione, la richiesta verrà automaticamente accolta. Decorsi i 30 giorni l’istanza non sarà più valida e l’interessato dovrà presentarne un’altra.