07/11/2014 – Bando Inail: contributi per imprese del settore edile, agricolo e lapideo

Con il Bando Fitip 2014, pubblicato sul proprio sito nonché sulla Gazzetta Ufficiale del 23 luglio 2014, l’Inail finanzia le micro e piccole imprese operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Per il 2014 il Bando Fipit mette a disposizione 30 milioni di euro ripartiti tra i tre settori di attività: 15.582.703 di euro per il finanziamento dei progetti del settore agricoltura; 9.417.297 di euro per il finanziamento dei progetti del settore edilizia; 5.000.000 di euro per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. I fondi di settore sono a loro volta suddivisi in budget regionali e provinciali come previsto nei relativi bandi. Lo stanziamento ai fini del presente Bando relativamente alla Regione Campania è pari a complessivi € 2.861.779 di cui: € 1.536.334 per il finanziamento dei progetti del Settore Agricoltura; € 893.137 per il finanziamento dei progetti del Settore Edilizia; € 432.308 per il finanziamento dei progetti del Settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. Sono ammessi a contributo unicamente i costi relativi all’acquisto/adeguamento di impianti, macchine o attrezzature. Particolare attenzione è stata rivolta ai rischi connessi all’uso dei trattori agricoli o forestali nel settore agricolo, alla movimentazione manuale dei carichi e/o di caduta dall’alto nei cantieri temporanei e mobili nel settore dell’edilizia, e all’esposizione a rumore e/o a polveri e alla movimentazione manuale dei carichi nel settore di estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di pubblicazione del Bando. Il contributo, in conto capitale, è erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65 per cento dei costi sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto, al netto dell’ Iva. Il contributo massimo per ciascuna impresa, nel rispetto del regime “de minimis”, non può superare l’importo di 50.000,00 euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a 1.000,00 euro. Gli interventi finanziati dovranno essere realizzanti entro un termine improrogabile di sei mesi. Dal 3 novembre 2014 e fino alle ore 18.00 del 3 dicembre 2014 le imprese hanno a disposizione, nella sezione Servizio on line una procedura informatica per inserire la domanda di partecipazione, secondo le modalità previste dal bando. Per accedere alla procedura è necessario esser registrati sul portale Inail. Dopo l’inserimento online, la domanda di partecipazione deve essere inoltrata, insieme alla documentazione prevista dal bando, all’indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) della struttura regionale/provinciale competente.