09/12/2016 – Fondo di Garanzia: 4 milioni di euro per imprese femminili e professioniste

Buone notizie per le imprese femminili e per le professioniste: potranno effettuare nuovamente domanda di garanzia al Fondo per le PMI. Sono, infatti, state stanziate nuove risorse per la riattivazione della Sezione Speciale “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità”. Secondo quanto stabilito nella Circolare n. 15/2016 del medio credito centrale, le richieste potranno essere direttamente presentate al gestore del Fondo e, una volta ottenuta la delibera positiva, i beneficiari potranno rivolgersi a banche, confidi e intermediari per la conferma della garanzia stessa. Il gestore del Fondo ha stanziato nuove risorse per 4 milioni di euro dedicate alla compartecipazione della copertura del rischio sulle operazioni di garanzia concesse esclusivamente nel caso di richiesta di prenotazione della garanzia effettuata dai soggetti beneficiari finali della sezione speciale. Ai fini dell’accesso alla garanzia rimane ferma anche la possibilità di rivolgersi direttamente a banche, confidi, intermediari finanziari senza ricorrere alla prenotazione. Le imprese femminili beneficiarie sono le micro, piccole e medie imprese con le seguenti caratteristiche: società cooperative e le società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne; società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne; imprese individuali gestite da donne. Alle imprese femminili sono riservate condizioni vantaggiose per la concessione della garanzia e in particolare: possibilità di prenotare direttamente la garanzia; priorità di istruttoria e di delibera; esenzione dal versamento della commissione una tantum al Fondo e copertura della garanzia fino all’80% sulla maggior parte delle operazioni. Per prenotare la garanzia l’impresa deve inviare l’apposito modulo al Gestore tramite posta (raccomandata A/R) o fax (0647915005) o posta elettronica certificata (fdgammissione@postacertificata.mcc.it). Ottenuta la delibera di approvazione del Comitato di gestione del Fondo, l’impresa può recarsi presso un intermediario finanziario (banca, società di leasing o confidi) che dovrà presentare richiesta di conferma della garanzia entro tre mesi dalla data di delibera del Comitato. Per le anticipazioni crediti PA e le operazioni di durata non inferiore a 36 mesi,l’ importo massimo garantito e di 2,5 milioni di euro,la quota di copertura della garanzia 80%. Per il consolidamento delle passività a breve su stessa banca/gruppo bancario l’importo massimo è 1,5 milioni di euro e la copertura del 30%.