18/03/2015 – Apprendistato di alta formazione e ricerca: prorogati gli incentivi

Nell’ambito delle misure di intervento previste dal Programma FIxOScuola&Università”, è stato prorogato dal 28 febbraio 2015 al 31 maggio 2015 l’avviso pubblico per la concessione di contributi alle imprese che assumono giovani con contratti di apprendistato di alta formazione e ricerca. Il programma – gestito da Italia Lavoro, la società interministeriale che opera nell’ambito delle politiche del lavoro, dell’occupazione e dell’inclusione sociale – concede incentivi finalizzati allo svolgimento di attività di ricerca oppure al conseguimento di titoli di studio quali: diploma di istruzione secondaria superiore, certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS), diploma di tecnico superiore (ITS), laurea triennale, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico, master universitario I° e II° livello, diploma di specializzazione, diploma di perfezionamento, dottorato di ricerca. Possono presentare domanda di contributo i datori di lavoro privati che assumano, a tempo pieno o a tempo parziale per almeno 24 ore settimanali, giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca e che abbiano la sede operativa (presso cui dovrà essere operata l’assunzione) sul territorio italiano. Il contratto dovrà avere una durata minima di 12 mesi. Soggetti destinatari delle azioni di reinserimento lavorativo incentivato sono: diplomandi, diplomati, laureandi, laureati e dottorandi di ricerca di età compresa tra i 16 e i 29 anni. Le imprese riceveranno un contributo pari a: 6 mila euro per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato a tempo pieno; 4 mila euro per ogni soggetto assunto con il contratto di apprendistato a tempo parziale per almeno 24 ore settimanali. Il plafond del bando è di 3 milioni e 216 mila euro. La domanda di contributo potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo di progetto (piattaforma), raggiungibile all’indirizzo: http://FixoL4.italialavoro.it, entro e non oltre 31 maggio 2015.