18/03/2015 – Incentivi alle Pmi campane per il ricorso a giovani consulenti e professionisti

La Regione Campania ha pubblicato un avviso diretto ad incentivare il ricorso a giovani professionisti da parte delle imprese che necessitano di servizi professionali specialistici per la crescita e lo sviluppo aziendale. Possono presentare domanda per accedere all’incentivo le Pmi aventi sede legale/operativa sul territorio della Regione Campania, purché non in stato di liquidazione né sottoposte a procedure concorsuali. Sono ammissibili a contributo i rapporti contrattuali di consulenza stipulati con singoli professionisti che all’atto della presentazione della domanda: non abbiano compiuto i 41 anni d’età; siano residenti sul territorio regionale da almeno sei mesi; siano titolari di partita IVA; siano in possesso di Laurea e iscritti all’ordine professionale di riferimento; non abbiano rapporti di parentela o di affinità entro il 3° grado con il titolare o i soci o i componenti degli organi di amministrazione dell’impresa committente.
Il contributo è finalizzato al rimborso all’impresa beneficiaria del servizio professionale erogato, a copertura del 50% del costo sostenuto oltre al rimborso dell’IVA se dovuta, entro un tetto massimo di contributo ammissibile pari ad € 10.000 per singolo beneficiario richiedente, anche sommando più attività di consulenza. Lo stanziamento per l’Avviso ammonta a 15 milioni di euro, a valere sul POR FSE 2007-2013. Le domande dovranno essere presentate utilizzando i modelli predisposti dagli uffici regionali e allegati al bando. La modulistica, firmata digitalmente, potrà essere trasmessa esclusivamente utilizzando la piattaforma on-line Avvisi e Bandi all’URL https://www.bandidg11.regione.campania.it. Le istanze in possesso dei requisiti di ammissibilità saranno finanziate secondo l’ordine di arrivo, così come certificato dalla piattaforma informatica, fino ad esaurimento dei fondi disponibili.