11/05/2015 – “Crescere in digitale”: un progetto di Google e Unioncamere per i giovani under 29

‘Crescere in Digitale‘ – partito il 28 aprile scorso – nasce dalla sinergia tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Google e Unioncamere, associazione che raccoglie le Camere di Commercio, industria, artigianato e agricoltura italiane. Il progetto ha lo scopo di formare giovani in cerca di occupazione direttamente sul territorio, tramite strumenti on-line, focalizzando l’attenzione sulle competenze digitali e cercando, laddove possibile, di proporre inserimenti nelle imprese attraverso tirocini mirati. ‘Crescere in Digitale’ si inserisce nel Piano Europeo Garanzia Giovani (Young Guarantee) creato per i paesi membri che abbiano un tasso di disoccupazione giovanile superiore al 25%. Il Progetto – il cui programma è disponibile sul sito del Ministero del Lavoro – è rivolto agli oltre 500.000 giovani iscritti ad oggi a Garanzia Giovani e alle aziende che vogliono ospitare uno o più tirocinanti (fino ad un massimo di quattro) a zero costi. Sul sito crescereindigitali.it le imprese interessate possono compilare il modulo per aderire all’iniziativa e dare ospitalità presso la propria azienda a giovani. “Crescere in Digitale” prende spunto dal successo del progetto “Made in Italy: Eccellenze in Digitale”, portato avanti da Google e Unioncamere, che per avvicinare le PMI italiane al web ha formato oltre 100 giovani e li ha incaricati di svolgere attività di sensibilizzazione ai temi del digitale, coinvolgendo oltre 20mila imprese in tutta Italia. Crescere in Digitale prevede 50 ore di formazione, su piattaforma Google, per ciascun giovane partecipante; 120 laboratori di gruppo locali, ognuno di 50 persone, che orienteranno i giovani con l’aiuto di Unioncamere verso dei focus tematici-settoriali che siano rispondenti alle esigenze delle aziende iscritte al progetto; 3000 tirocini in aziende che aderiranno al progetto e che vorranno traghettare verso la rete il proprio business. I tirocini dureranno 6 mesi e saranno retribuiti con 500 euro al mese. Sulle imprese non ricadrà alcun costo. E’ stato inoltre introdotto un ulteriore bonus di euro 6.000 che sarà riconosciuto alle aziende che assumeranno i giovani tirocinanti dopo l’esperienza semestrale.