28/12/2015- Pmi: fondi dal Mise per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale

Prosegue con nuove importanti misure (in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) l’attività del Ministero dello Sviluppo Economico per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale. Il Mise mette infatti a disposizione delle piccole e medie imprese 7,5 milioni di euro per promuovere la valorizzazione di prodotti correlati ad un disegno o modello (Bando Disegni +3) e sostenere l’estensione all’estero dei marchi delle piccole e medie imprese (Bando Marchi +2). Il Ministero – attraverso una Convenzione siglata il 31 luglio 2015 – ha affidato ad Unioncamere il compito di realizzare un intervento agevolativo in favore di micro, piccole e medie imprese per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale. Disegni+3 mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle piccole e medie imprese attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei disegni/modelli industriali sui mercati nazionale e internazionale. Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni per favorire: la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1–Produzione); e la commercializzazione di un disegno/modello registrato (Fase 2–Commercializzazione). Le risorse disponibili per l’attuazione della misura ammontano complessivamente a € 4.700.000,00. Marchi+2 mira, invece, a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle piccole e medie imprese attraverso la concessione di agevolazioni per l’estensione all’estero dei propri marchi. Le agevolazioni sono dirette a: favorire la registrazione di marchi comunitari presso UAMI (Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno); favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale). Le risorse disponibili ammontano complessivamente a € 2.800.000,00. Le versioni integrali dei bandi e la relativa documentazione per la presentazione delle domande sono disponibili anche sui siti: Ufficio italiano brevetti e marchi: www.uibm.gov.it e Unione nazionale delle camere di commercio: www.unioncamere.gov.it.