1/04/2014 – Concorso 1700 volontari Esercito Italiano: valutati i corsi BLS e BLSD

Il Ministero della Difesa indice un bando – con scadenza prevista per il mese di aprile 2014 – rivolto a chi intende entrare nell’Esercito Italiano come VFP1 e cioè volontario in ferma prefissata di 1 anno. La scadenza per l’invio delle domande che interessano il 3° blocco del 2014, la cui incorporazione dovrebbe avvenire nel mese di settembre, è l’8 aprile 2014. Entro tale data devono essere presentate le domande per il concorso necessariamente tramite procedura online: sul sito internet del Ministero della Difesa (www.esercito.difesa.it) è presente nella sezione “Concorsi e arruolamenti in atto” l’apposito annuncio “Volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) – 3° Blocco”. Cliccando sul link “Domanda online”, si apre la procedura per presentare la domanda e candidarsi a uno dei 1700 posti disponibili. Possono presentare domanda per il 3° blocco VFP1 i nati dall’8 aprile 1989 all’8 aprile del 1996. Sempre sul sito, nell’apposita scheda Bando completo, sono indicati in modo dettagliato tutti i requisiti per il reclutamento degli VFP1. Tra i principali titoli di merito che conferiscono punteggio nella formazione della graduatoria spiccano i corsi di abilitazione Basic Life Support (BLS) e Basic Life Support-Defibrillation (BLSD) valutati 0,5 punti e un attestato di formazione professionale rilasciato da Enti statali o regionali legalmente riconosciuti che conferisce 1,5 punti. La certificazione BLSD è inoltre richiesta per molti concorsi pubblici, in particolar modo a tutti coloro che vogliono effettuare domanda di arruolamento nelle Forze Armate, quali, Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza.
Alfa Forma è soggetto formatore accreditato dalla Regione Campania per l’erogazione di corsi BLS-D (Basic Life Support with Defibrillator), riconosciuti in quanto conformi agli standard come definiti in ambito internazionale e recepiti in Italia. Sono corsi indirizzati a chiunque: medici, infermieri, autisti di ambulanze, ma anche studenti, soccorritori, volontari e quanti operano periodicamente nei dipartimenti di emergenza – urgenza intra o extra ospedalieri. L’attestato di Frequenza – riconosciuto in tutta la Comunità Europea – ha validità biennale.